Orientamento al lavoro

La Dottoressa Marina Galli, a seguito di una lunga esperienza in qualità di psicologa nel settore delle risorse umane, ha deciso di mettere le proprie competenze al servizio di tutti coloro che sono costretti a dover operare una scelta sia in ambito professionale che formativo. Per tale ragione, ha deciso di dare vita a Lavoro e orientamento, uno studio grazie al quale assiste tutti coloro che si affacciano per la prima volta al mondo del lavoro, chi deve operare una scelta in ambito professionale o formativo e chi, infine, vuole cambiare lavoro. Addirittura, la Dottoressa Galli si occupa anche di assistere le aziende che hanno necessità di un supporto tecnico nella fase di assunzione di nuove risorse nel proprio organico. Entrando più nello specifico, Lavoro e orientamento si occupa di fornire consulenze di carattere psicologico durante la fase destinata ai colloqui e di elaborare i profili di tutti i candidati in modo tale da individuare con facilità quelli più idonei alle varie mansioni.

Lavoro e orientamento: come individuare le opportunità professionali

Lo studio Lavoro e orientamento ha il compito di aiutare i propri clienti ad individuare le opportunità presenti nel mercato del lavoro più in linea con le  loro attitudini ed ambizioni. Quando si parla di orientamento al lavoro si ha a che fare con un processo che ognuno dovrebbe compiere ogni qual volta sente la necessità di cambiare. Nella maggior parte dei casi, a spingere verso il cambiamento è proprio un lavoro insoddisfacente. Per tale ragione, l’approccio di Lavoro e orientamento parte proprio dallo studio analitico della situazione presente che, nella maggior parte dei casi, è particolarmente complessa oltre che frustrante. In tale ambito, un ruolo molto importante è giocato dal supporto psicologico che ha il compito di placare i sentimenti negativi generati dall’insoddisfazione professionale. Dopo aver affrontato tutte le criticità, è necessario passare ad una fase molto più esecutiva, finalizzata a comprendere le aspettative di ogni individuo non perdendo mai di vista, però, le competenze specifiche dei singoli. In questo modo, si avrà la possibilità di affrontare con particolare serenità la delicata fase della ricerca di un nuovo impiego o di un’occupazione alternativa. In merito, è necessario fare presente che ci sono degli strumenti di cui è davvero impossibile riuscire a fare a meno. Tra questi ci sono, ad esempio, un buon curriculum vitae e, ovviamente, una lettera di presentazione particolarmente efficace. Dopo aver portato a termine queste prime fasi, si ha la possibilità di passare alla delicata fase della simulazione di un colloquio. Solo alla fine del percorso, si ha la possibilità di analizzare nel dettaglio tutte le variabili del mercato del lavoro e di scegliere il proprio ambito di riferimento. L’ultimo step riguarda, infine, il monitoraggio dei progressi e la sponsorizzazione del candidato, tenendo conto del grande lavoro fatto per arrivare ad ottenere un simile risultato.